SOCIAL MEDIA MANAGER

SOCIAL MEDIA MANAGER

Il Social Media Manager è una di quelle nuove professioni nate da pochissimi anni. Una professione in forte espansione che le aziende oggi ricercano, non avendo però molto spesso chiaro i compiti e le funzioni da affidare.

Innanzitutto: cos’è un Social Media Manager e cosa fa?

Il Social Media Manager (SMM) è una figura professionale il cui ruolo consiste nello sviluppo delle strategie di comunicazione e marketing di un brand, prodotto o azienda sui vari canali social come Facebook, Twitter, Youtube, Google+, Pinterest, ecc.

Il lavoro consiste, dunque, nello sviluppare strategie e piani di comunicazione specifici per ogni social network, compresi i piani editoriali, i fatti, le notizie, i post testuali e contenuti visual, ma soprattutto deve essere in grado di analizzare i dati e monitorare le attività di gestione e le reazioni ai vari post creati sui social, assumendo quindi un ruolo di Community Manager.

Un lavoro non facile se si pensa che, oggi, tutte le aziende sono presenti sui social network e le campagne vengono create ad hoc per promuoversi in maniera virale.

Quindi il SMM deve essere in grado di relazionarsi anche con altre piattaforme, non necessariamente web (carta stampata, grafici, illustratori, fotografi, videomaker, ecc.). Dunque deve avere una infarinatura generale anche dei principali programmi e piattaforme che servono a creare contenuti di vario tipo, siano essi testuali, grafici, video, fotografici, ecc.

Come si diventa SMM? Ecco alcuni consigli che possiamo darvi:

  1. Buona predisposizione verso il mondo dei social network, quindi passione e curiosità verso tutto ciò che riguarda marketing, comunicazione e differenti piattaforme in continua espansione.
  2. Utilizzo dei social in maniera costante. Imparare a riconoscere le varie funzioni, le dinamiche, le particolarità e quello che ogni social network può dare rispetto ad un altro nella creazione di una campagna di comunicazione. Capire le varie applicazioni dei social, i tools, i programmi per elaborare le immagini e avere dimestichezza con la scrittura e la pubblicazione di post di testo, grafici e visual.
  3. Essere informati, curiosi e avere gli occhi aperti sul mondo web. Capire e intercettare i trends per capire cosa piace agli utenti, cosa vogliono e in che modo i contenuti e le informazioni presenti sui social diventano condivisibili e possono essere in grado di costruire una identità forte sul web. Avere dimestichezza con la terminologia web riferita ad un brand (es: brand identity, brand awarness, brand reputation, ecc.)
  4. Leggere molto e formarsi, anche con guide sul web, nel campo del marketing e del web marketing, dell’economia e della comunicazione in generale. Se si è giovani, le lauree più adatte per diventare un SMM sono Filosofia, Lettere, Scienze Politiche e comunque quelle che danno le basi per una buona cultura generale e capacità nella scrittura e nella analisi dei testi.
  5. Non sottovalutare mai corsi qualificati e specializzati, magari tenuti da altri esperti di comunicazione o media in generale. Il confronto con altri professionisti aiuta nella propria crescita personale e vi farà capire i vostri limiti e i vostri punti di forza. Le conoscenze e far parte di un network, magari frequentando centri di co-working in Italia o all’estero, vi aiuteranno sicuramente.

Sperando di averti dato alcune nozioni utili, continua a seguirci e se hai dubbi o domande scrivi a info@fotoviaggiando.com

A presto.

condividi articolo fotoviaggiando